Skip to main content

Storia

E’ con l’amore incondizionato per la terra che rinnoviamo il nostro impegno per la crescita dei suoi frutti.
Ogni giorno, dal 1947.

Da oltre 70 anni al servizio dell’agricoltura


S.I.S. Società Italiana Sementi S.p.A. viene fondata il 23 agosto 1947 con “lo scopo di provvedere per conto della Federazione Italiana dei Consorzi Agrari alla moltiplicazione delle sementi di razze elette, costituite dall’Istituto di Allevamento Vegetale di Bologna, da Stazioni Sperimentali e da privati costitutori di razze vegetali.”

Il 23 agosto viene costituita S.I.S. S.p.A. per iniziativa dell’Istituto di Allevamento Vegetale per la Cerealicoltura di Bologna e della Federazione Italiana dei Consorzi Agrari con lo scopo di moltiplicare e diffondere le varietà di cereali costituite dall’ istituto stesso e da privati ricercatori.

Nasce Sisforaggera S.p.A. a seguito dell’incorporazione della società “La Foraggera”, nata nel 1939 per iniziativa di Federconsorzi e della Stazione di Praticoltura di Lodi per la moltiplicazione e diffusione di sementi elette di razze foraggere.

Sisforaggera incorpora altre due storiche società sementiere del gruppo e precisamente la Società Polesana Produttori Sementi di Rovigo e la Sementi Nazareno Strampelli di Rieti incrementando il proprio patrimonio genetico.

Ritorno alla precedente ed attuale denominazione: S.I.S. Società Italiana Sementi S.p.A.

S.I.S. viene acquisita da Flaminia S.r.l., società costituita da un gruppo di Consorzi Agrari e controllata dal Consorzio Agrario di Bologna e Modena.

S.I.S. festeggia il 50° anniversario della sua fondazione. Nello stesso anno la A.N.B. entra nel capitale sociale di S.I.S. attraverso la sua controllata SADA, testimoniando ulteriormente l’importanza di S.I.S. per tutto il mondo agricolo nazionale.

Viene inaugurata la nuova Sede adiacente allo stabilimento con gli uffici amministrativi e commerciali e  la Palazzina della Ricerca; unico polo di coordinamento dell’attività di sperimentazione che si svolge nelle due aziende di proprietà Idice e Cantaglia e presso strutture esterne in tutta Italia.

Con un importante convegno sulla granicoltura organizzato presso l’Università di Bologna, S.I.S. commemora i 60 anni di attività.

S.I.S. rinnova le proprie linee di insacco e lavorazione aumentando in maniera considerevole la propria capacità produttiva e incrementando la capacità di stoccaggio di 16.000 quintali grazie all’installazione di 8 nuovi silos. Sempre in questo anno le varietà S.I.S. raggiungono il 20% delle quote di mercato nel riso, frumento tenero e frumento duro.

Vengono ulteriormente rinnovati gli impianti di distribuzione e stoccaggio, sempre proseguendo la politica di investimento nella qualità del lavoro.

Iniziano i lavori di rinnovamento della copertura dello stabilimento di Idice, mentre la varietà di frumento tenero BOLOGNA conquista il primato nazionale

Si inaugura la nuova e moderna serra che, con i suoi 250 mq, testimonia il continuo impegno dell’azienda nel coltivare la ricerca Made in Italy.

S.I.S. acquisisce la Società Pro.Se.Me. di Enna consolidando il proprio primato sia in termini di volumi che di fatturato, raggiungendo i 50 milioni di euro.

70° anniversario di attività di S.I.S.: continuiamo a seminare il futuro.

Installazione una nuova linea di stoccaggio, arrivando ad un totale di  22 sili con una capacità di stoccaggio complessiva di circa 50.000 quintali.

 NASCE IL POLO SEMENTIERO NAZIONALE

Viene costituito il POLO SEMENTIERO NAZIONALE attraverso l’acquisizione di 4 nuovi stabilimenti sementieri:
• Montebello Vicentino (VI)
• San Giorgio di Piano (BO)
• Castelnovo di Sotto (RE)
• Bellante (TE)

Per una capacità annua di lavorazione complessiva di circa 1.000.000 di quintali di cereali a paglia. Oltre alla consueta presenza sul mercato nazionale della distribuzione, S.I.S. diventa fornitore unico di sementi per Consorzi Agrari d’Italia e sviluppa ulteriormente la sua azione sui mercati esteri.