Frumento tenero

Frumento tenero

Descrizione

Sis ha rinnovato negli ultimi anni il proprio catalogo varietale introducendo materiali dotati di elevati potenziali produttivi e con caratteristiche tecnologiche adeguate a soddisfare le diverse destinazioni d'uso di questo cereale , materia prima fondamentale nell'alimentazione umana. I risultati conseguiti rappresentano il frutto di un proprio intenso ed originale programma di breeding, affiancato da una vasta attività di screening condotto sui nuovi materiali sviluppati dai principali Costitutori europei.
SIS, nata nel 1947 con lo scopo di diffondere le varietà costituite dall’Istituto di allevamento vegetale diretto dal prof. Bonvicini e con il fine di offrire ai produttori agricoli un importante mezzo per migliorare le proprie produzioni, continua a muoversi nella stessa direzione. Infatti ha introdotto sul mercato italiano la varietà BOLOGNA, che per la sua affidabilità produttiva, la sua adattabilità ad ogni areale e non da ultima la sua qualità tecnologica è arrivata ad essere la prima varietà di grano tenero coltivata in Italia, posizione consolidata che mantiene stabilmente da tre anni.
Forte di questo grande successo, la Ricerca Sis, oltre che sull’aspetto del potenziale produttivo (TINTORETTO, CARRACCI, AKAMAR,BELLINI) si è quindi orientata anche su parametri diversi come l’alternatività (MASACCIO, PALESIO, MICHELANGELO), l’attitudine alla produzione di proteine (TIEPOLO, VALBONA, CIMABUE, CARAVAGGIO), la tolleranza a patogeni come il Fusarium, che coinvolge direttamente il discorso sulla sicurezza alimentare legato alle micotossine. Relativamente a questo aspetto, SIS commercializza oggi alcune delle varietà maggiormente tolleranti a questa patologia come BRAMANTE, BOLOGNA, APACHE e MANTEGNA che, anche per questo motivo, sono molto apprezzate dall’industria di trasformazione compreso il comparto dell’alimentazione per l’infanzia.
Si è inoltre approfondito sempre di più un intenso lavoro di sperimentazione agronomica (prove di concimazione e difesa) a cui fa seguito uno specifico lavoro di analisi condotte con moderni strumenti all’avanguardia, per arrivare ad una piena valorizzazione del potenziale genetico della varietà.
Un grande impegno è stato quindi dedicato al settore del frimento tenero, e ciò ha permesso a SIS, anche in questo comparto, di consolidare in questi anni la sua leadership, concretizzatasi sempre di più in un’ampia gamma di varietà (RAFFAELLO, CARAVAGGIO, CARRACCI, BELLINI E TINTORETTO le più recenti) che riescono ad incontrare tutte le esigenze della filiera, dai produttori agricoli all’industria di trasformazione.


Consigli colturali

Utilizzazione